Diminuisci dimensioni testoAumenta dimensioni testo Bookmark and Share
14 febbraio 2011

Semplificando: l'adulterazione dei cibi non è più reato

Il “rogo delle leggi” ha fatto fuori anche la n. 283 del 1962 sulla tutela degli alimenti. Dal dicembre scorso, non esiste più pena per le adulterazioni alimentari: cozze al vibrione, mozzarelle blu, maiale alla diossina, carne ringiovanita, mascarpone al botulino, acqua minerale al cloroformio...

Non c’è più l’arresto da tre mesi a un anno o la multa fino a 46.000 euro (poco ma meglio di niente), perché quella vecchia legge non è stata inserita nell’elenco di quelle indispensabili da mantenere anche se anteriori al 1970. E non ce n’è un’altra, più moderna, in materia.
Il ministero della Sanità dovrebbe intervenire per sanare la “svista”, e ci auguriamo sinceramente che lo faccia in fretta. Sennò, come continueremo a parlare di “made in Italy” eccellente?
Non abbiamo molto altro...

E.CO.POLIS - Cooperativa di abitanti - Lampugnano, Rogoredo, Eguaglianza di Trenno - via U. Visconti di Modrone 12 - 20122 Milano - P. I. 06232770963

"Cooperazione & Solidarietà" Registrazione Tribunale di Milano n.264 del 5 maggio 2003. Proprietario-editore: Ecopolis Soc. Coop. Direttore responsabile Pietro Solera